nuoto agonistico

Quando si intraprende una gara, il segreto per portarsi a casa il podio è avere una mentalità vincente in vasca. Esistono tantissimi modi diversi per affrontare ansia e stress, quando la causa di questa agitazione è una gara c’è chi, per prepararsi al meglio si chiude in sé stesso rimanendo concentrato sull’obiettivo, chi alleggerisce il momento chiacchierando, ridendo e scherzando per allentare la tensione oppure chi segue meticolosamente uno schema di abitudini e gesti scaramantici.

Ognuno ha il suo personalissimo modo di prepararsi a entrare in vasca, ma in generale può essere utile fare mente locale e andare a pescare nella memoria il ricordo di una gara vinta o nella quale si è raggiunto un ottimo risultato, per capire i fattori fisici e mentali che avevano portato a quel successo e ripeterli, riportarsi in quella situazione.

Avere una mentalità vincente in vasca significa approcciarsi alla competizione con la serenità di chi si è preparato per ciò che sta per affrontare e la lucidità di chi sa come farlo. Quest’ultima consapevolezza si conquista col tempo e con l’esperienza, anche gli insuccessi, infatti, sono utili per aumentare la percezione delle proprie capacità, per imparare dai propri errori e correggerli, avvicinandosi sempre di più al proprio obiettivo, passo dopo passo.

Esistono alcune tecniche di concentrazione e di preparazione che possono rivelarsi efficaci per preparare corpo e mente alla prestazione:

  • Addestra la mente

Vivi la gara prima nella tua mente, per avere una mentalità vincente in vasca proiettati con l’immaginazione in quel momento, in quel luogo, fai attraversare il tuo corpo dalle sensazioni, dai rumori, dagli odori. Visualizza ogni dettaglio, dalla preparazione alla partenza, cerca di sentire i movimenti del tuo corpo in gara, in questo modo il cervello sarà condizionato dall’immaginazione e invierà stimoli ai muscoli, così, quando arriverà il momento della performance, la tua mente sarà già allenata e addestrata su cosa deve fare.

  • Prepara il corpo

Esercitare la mente è importante, ma il fisico deve essere in grado di rispondere prontamente agli impulsi che arrivano, ovviamente non si parla di allenamento al nuoto, per quello c’è già stato un lavoro precedente alla gara, ma quello che invece il fisico non è abituato a fare è scattare al momento della partenza. Mettiti da qualche parte in posizione china e prova a simulare la partenza con uno salto in avanti immaginando il fischio di inizio.

  • Fai ciò che sai fare

Durante una gara ci si trova spesso in un posto diverso da quello che è il proprio ambiente, dalla propria piscina abituale, e soprattutto si incontrano altri atleti, provenienti da altre parti, con altre abitudini e metodi, ed e proprio da queste “novità” che devi stare alla larga in quel giorno. Non è mai una buona idea sperimentare cose nuove il giorno della competizione, non sai come può reagire il tuo corpo, alcune cose potrebbero entrare in contrasto con lo schema motorio e mentale al quale sei abituato, creandoti solo confusione o deconcentrandoti. Le novità sono sempre ben accette, ma il momento giusto per sperimentarle è durante l’allenamento.

  • Ascolta te stesso

Non farti condizionare degli altri, se hai bisogno di più tempo per riscaldarti prenditelo, non importa se di solito te ne serve meno o se hanno già finito tutti, ricorda che chi deve gareggiare sei tu, per avere una mentalità vincente in vasca devi prima di tutto sentirti pronto. Rispetta i tuoi ritmi, solo ascoltando il tuo corpo raggiungerai dei risultati.